lunedì 11 luglio 2016

Mariella Buscemi










    So come il mare degli occhi 
    mi diventa grigio sotto il cielo della punizione
    e come la pelle si difende d'ebano 
    davanti alle sferze roventi di un sole assassino,
    come il cuore gira lo sguardo difronte al tradimento...
    e come le gambe mi cedano in segno di resa
    in risposta al tempo che si fa beffa dell'eternità,
    ma poi mi perdo quando il riflesso mi raffigura intera
    ché tutto l'occhio non mi contiene ed il coraggio è piccolo
    davanti allo sgorbio significato della mia sintesi
    e frammentarmi è un attimo.


Nessun commento:

Posta un commento